Crea sito

Luci MTB per notturna quali comprare

Le luci MTB per notturna diventano indispensabili con l’arrivo dell’estate, infatti a causa delle alte temperature non sarà opportuno ne conveniente uscire nelle ore diurne più calde, molto meglio aspettare il sopraggiungere del tramonto.

Luci MTB per notturna

Tra orari lavorativi, impegni vari e temperature infernali, spesso non è affatto facile conciliare il tempo libero con le classiche uscite in mountain bike. Ecco quindi come valida alternativa l’uscita notturna in mtb, accompagnati sul trail dal silenzio della sera, da temperature più clementi e dall’oscurità.

Luci MTB per notturna

Se volete considerare questa opzione dovete necessariamente acquistare delle luci MTB per notturna, da applicare sulla vostra bici. Ma quali luci per notturna acquistare? E quanto spendere?

Che tipo di luci mtb per notturna

Sul mercato troverete una miriade di faretti, dai più economici venduti per pochi spicci ai più prestanti venduti per cifre importanti. Se siete alle prime armi non fatevi incantare dai prezzi estremamente bassi, con i quali potete acquistare esclusivamente delle comuni luci da città; questo tipo di faretti sono a mala pena sufficienti per rendersi visibili quando si circola in un centro urbano già illuminato.

Avrete bisogno di una luce mtb per notturna molto più potente e luminosa, visto che circolerete in ambienti avvolti dalla totale oscurità. Gli alberi e il boschivo in generale tendono a rendere l’ambiente ancora più cupo e buio anche in presenza di luna piena o cielo terso e luminoso.

Visto l’evolversi delle lampadine resta ormai chiaro che siano da scartare le vecchie torce munite di lampadina ad incandescenza, che continuano a fare la loro apparizione nei faretti super economici per uso urbano. Bisogna invece attrezzarsi con un faretto moderno, sfruttando la più efficace e prestante tecnologia LED; più luce, meno ingombro, maggiore autonomia e potenza.

Detto questo non buttatevi a capofitto sul prodotto più costoso e potente, potreste non averne affatto bisogno!

Le uscite in notturna, il campo visivo

Le uscite in notturna sono molto piacevoli e stimolanti, ma d’altro canto anche piuttosto impegnative e pericolose, visto che sostanzialmente manca l’illuminazione ambientale. Muoversi nell’oscurità risulta decisamente più complicato e per poterci riuscire dovrete procurarvi una luce adeguata che vi consente di vedere correttamente il trail con una certa profondità di campo, frontale e laterale.

Luci MTB per notturna

Più sarà profondo il campo più sarete in grado di prevedere gli ostacoli futuri e tenere una velocità più sostenuta. Al contrario, con una luce dal raggio molto corto, per evitare di incappare in ostacoli improvvisi dovrete limitare sostanzialmente la velocità di percorrenza.

Caratteristiche per una buona Luce MTB per notturna

Una buona luce MTB per notturna deve avere sicuramente tante caratteristiche tecniche, tra le quali cito per importanza: luminosità alta, profondità del fascio di luce, lunga autonomia, impermeabilità, robusta e resistente agli urti.

Lumen delle luci MTB per notturna

Resta chiaro che come detto sopra il faro dovrà quindi essere in grado di offrire luminosità sufficiente per affrontare un terreno avvolto da totale oscurità, bisogna quindi in primo luogo valutare attentamente la quantità di Lumen dichiarati per la luce mtb per notturna.

Si tratta di luce Led bianca fredda, che illumina adeguatamente il terreno e la zona circostante, rendendo ben distinti e visibili gli oggetti presenti sul terreno.

Il mio consiglio dopo alcuni test, è quello di acquistare dei faretti che abbiano una potenza dichiarata di almeno 1.000 Lumen. Ho testato anche dei faretti meno potenti dotati di soli 500 lumen, e devo dire che l’illuminazione è sufficiente per delle uscite su terreni piuttosto lineari e di facile percorrenza, ma risulta inadeguata per terreni più sconnessi e impegnativi.

Luci MTB per notturna

Tuttavia viste le lievi differenze di prezzo tra i due modelli è molto meglio acquistare un faretto sostanzialmente più potente con almeno 1.000 Lumen.

Fascio di luce e apertura angolare

Controllate poi che il faro abbia una discreta lunghezza anteriore rettilinea del fascio, dichiarata dal produttore con un valore in metri, che deve corrispondere a circa 100/200 metri (di fascio orizzontale). In questo modo avrete una buona visibilità diffusa per circa 30/60 metri, una volta che il faretto sarà inclinato verso il suolo (a seconda dell’inclinazione).

Luci MTB per notturna

L’altra variabile da tenere a mente è l’apertura angolare del fascio di luce, visto che maggiore sarà l’apertura più godrete di una sensazione di sicurezza a controllo, potendo vedere tutto quello che vi circonda. Con un fascio di luce molto stretto e concentrato nella zona centrale avrete problemi sopratutto nelle fasi di curva, nei passaggi stretti e nell’avvistare eventuali rami o alberi che sporgono lateralmente.

Meglio quindi scegliere un faretto con maggiore apertura o con più lampadine poste di fianco, cosi da ampliare il raggio d’azione ben illuminato.

Autonomia della batteria luci mtb per notturna

Dovete acquistare una luce mtb da notturna che abbia un’alta autonomia della batteria. Meglio scegliere un pacco batteria che sia largamente superiore alle vostre necessità. Questo per evitare di avere un’autonomia risicata che potrebbe risultare insufficiente in caso di imprevisti che allungano i tempi di percorrenza, o in caso di difetto del pacco batteria.

Se fate percorrenze da 2-4 ore andate a scegliere pacchi batteria che offrano almeno il doppio dell’autonomia rispetto alle vostre esigenze; è sempre meglio tornare a casa con la batteria mezzo carica piuttosto che rimanere al buio con la batteria scarica!

Attenzione ai faretti ultra potenti ma con autonomia molto bassa! Preferite un faretto meno potente ma con lunga durata della batteria.

Luce Impermeabile e resistente agli urti

Una buona luce mtb notturna deve essere impermeabile per resistere a umidità o eventuale pioggia o acqua trovata sul sentiero. Deve ugualmente essere resistente per eventuali urti o sollecitazioni. Sarebbe inopportuno avere un faretto delicato che possa rompersi dopo un colpo con un ramo o alla prima caduta.

Posizione della luce Notturna

La luce notturna per MTB può essere posizionata sul manubrio o sulla testa, tenete quindi a mente che il faretto da voi acquistato dovrà essere dotato di un attacco compatibile con la vostra bicicletta o testa/casco.

Faretto sul manubrio

Con questa posizione averete un fascio di luce che punta dritto e che varia seguendo i movimenti laterali del manubrio. Ottimo per tenere un illuminazione simile a quella offerta dagli altri veicoli che siamo abituati a guidare.

Contro: Resterete “spiazzati” se proverete a guardare lateralmente o all’indietro girando la testa dove il fascio di luce orizzontale non arriva. La luminosità laterale fuori campo sarà quindi assente.

Luci MTB per notturna

Se dovete illuminare un oggetto o qualcosa che sta dietro di voi dovrete girare completamente la bici per usarla come torcia.

Faretto sulla testa

Per ovviare a questa situazione si può pensare ad un faretto da collocare sulla testa, in questo modo avrete un illuminazione più “intelligente” e dinamica che viene direzionata esattamente dove volgete lo sguardo. Esistono faretti da applicare sopra il casco o da tenere sulla testa con una fascia elastica (sotto il casco).

Contro: potrebbe risultare scomodo tenere lo sguardo sempre basso per illuminare il terreno, rispetto ad un faretto su manubrio che punta fisso in basso. Con pacchi batteria ingombranti dovrete posizionare un cavo lungo che fuoriesce dallo zaino o da una tasca, maggiore rischio ed esposizione dei cavi con eventuali rami.

Prima di fare la vostra scelta valutate attentamente questi aspetti e scegliere il faretto più adatto per le vostre esigenze.

Configurazione ideale

Personalmente preferisco montare un faretto da manubrio piuttosto potente, da montare nella zona centrale, per un fascio di luce frontale costante che renda il trail facile da vedere e percorrere.

Per completezza monto poi un faretto da testa meno potente, leggero e senza pacchi batteria esterni. Cosi da poterlo accendere nel momento della necessità, per avere luce extra fuori dal fascio orizzontale; questo surplus risulta ad esempio molto utile anche sul tecnico quando curvate la testa per scrutare o anticipare il movimento di una curva.

Luci MTB per notturna

La sicurezza non è mai troppa quando si gira al buio, monto quindi anche un secondo faretto economico da manubrio, con luce sufficiente per gestire un eventuale emergenza; una luce compatta da backup nel caso in cui il faretto principale dovesse finire fuori uso.

Non deve poi mancare una lucina di coda rossa, da attivare in modalità lampeggiante, sopratutto nei trasferimenti in cui si possono incrociare altri veicoli.

Esempi di acquisto

Potete acquistare i faretti presso il vostro negozio di fiducia, oppure online tra svariati siti web. Vi lascio a disposizione il link di alcune luci mtb da notturna economiche; potete prendere come esempio questi oggetti per replicare la mia configurazione ideale, e se vi soddisfano potete decidere di acquistarli comodamente da casa.

Faretto principale da manubrio

Luci MTB per notturna

Luci MTB per notturna, un faretto potente e prestante, leggero e senza pacchi batteria esterni. Grazie alle sue due lampadine ha una potenza massima di 1.870 Lumen, e potrete utilizzarlo in ben 5 diverse modalità. Nelle modalità alta/media l’autonomia con luce sempre accesa è di circa 12 ore (illuminazione intorno ai 1.000 lumen). Il guscio è impermeabile e adatto ad un utilizzo anche sotto la pioggia battente. Il faretto può essere ricaricato anche tramite presa USB, potete quindi prevedere un power bank di supporto per la ricarica; sono integrati i led che indicano lo stato della carica residua. Incluse modalità SOS di lampeggio e luce stroboscopica.

Luce secondaria per la testa

Luci MTB per notturna

Luce da testa mtb, una luce leggera e comoda da mettere sulla testa con soli 72 grammi di peso risulta comoda da tenere durante tutta l’uscita, anche quando sfilate il casco. La lampada è inclinabile e risulta l’ideale per illuminare oggetti da fermi o per aggiungere un fascio di luce supplementare nei momenti di necessità, quando si vuole guardare fuori campo. Sono disponibili anche diverse modalità di emergenza con luce Rossa per SOS;resistente all’acqua e ricaricabile via USB.

(“Non può essere utilizzata da sola” come luce principale, se non in caso di emergenza).

Faretto da manubrio d’emergenza e luce posteriore

Luci MTB per notturna

Per le eventuali emergenze è meglio avere un faretto di piccole dimensioni da tenere sempre sul manubrio, una luce per notturna economica, impermeabile e facilmente ricaricabile via USB. Autonomia di 3 ore con luce fissa alla massima intensità (400 lumen), che sale fino a 9 ore se usata con intensità ridotta. Compatto e facile da installare con attacco elastico in silicone.

Questa luce anteriore è abbinata con il fanalino posteriore di coda, da tenere sul piantone sella e da attivare in modalità lampeggiate, in cui ha un autonomia di circa 9 ore.

Per ulteriori spunti vi lascio un video dei colleghi di MTBmag.

Sardabike MTB

I miei occhiali tecnici MTB al 70% di sconto.

Il mio shop personale su Amazon!

Mi trovate anche su Instagram e Facebook!

resolvbike lavaggio mtb
whell italia abbigliamento ciclismo