Crea sito

Scott Ransom MTB test recensione italiano

Scott Ransom

Ciao ragazzi, Oggi proviamo la Nuovissima Scott Ransom

Specifiche Tecniche

scott ransom test review

Una mountain bike con generosa escursione da 170mm, realizzata per dare il meglio in ogni frangente, dalla discesa estrema del park alla salita montana più impegnativa. E’ stata realizzata con geometrie moderne studiate per offrire ottime prestazioni discesistiche senza rinunciare alla pedalabilità.  Questo è possibile grazie al sistema di geometria con travel variabile che consente di variare la posizione del movimento centrale e di ridurre il travel a 120 mm. Questa modalità Traction Control si aziona con un click del pollice sul comando twin lock.  Questo accorgimento acccoppiato con delle ruote da 29’ rende la bici un’ottima scalatrice che spiana senza problemi ogni tipo di ostacolo durante una discesa.

Allestimento Tuned

Il telaio in carbonio monta solo trasmissioni monocorona, in questo caso abbiamo l’ormai collaudato gruppo sram eagle 1 x 12 velocità. Il comparto sospensioni è affidato al top di gamma della fox con una kashima 36 e un evolu nude al posteriore. Ammortizzatore che consente la regolazione della progressività tramite un pomello, per regolare l’affondamento dell’ammortizzatore, in maniera lineare o progressiva.  Le sospensioni sono collegate con il comando Twin lock che consente di variare le geometrie con un solo click. O di blocare completamente con un click ulteriore. Vi lascio la scheda tecnica dettagliata in descrizione.

Le premesse sulla carta sono ottime, Non ci resta ora che provarla sul trail.

La prova Sul Trail

Attivando la modalità intermedia Traction Control, con escursione ridotta e movimento centrale più alto, la salita effettivamente diventa una passeggiata. Anche nelle rampe più impegnative. Si riesce a salire sempre.

In questo caso la Genius che mi sta davanti ha un’escursione da 140, qualche km in meno sul telaio e una gommatura più scorrevole che la rende sicuramente più agile durante la fase di salita.

Nonostante le differenze con la sorellina, La Ransom non delude affatto in salita, anzi mi stupisce piacevolmente, visto che la mia mountain bike da 29 ha un’escursione da 130, e nonostante la differenza abissale riesco ugualmente a salire.

Prima di buttarci in discesa un click sul comando per rilasciare tutti i 170 mm e abbassare il baricentro.

Criticità iniziali

Purtroppo in questa fase iniziale mi sono attaccato ai freni, visto che si tratta di una bici che uso per la prima volta in un trail mai percorso prima. Non mi sento tanto sicuro in discesa non trovando confidenza nei freni Sram, sulle mie 3 bici ho i freni shimano che reputo più progressivi e comodi da utilizzare. Nella confusione con i nuovi pulsanti del twin lock, ho poi erroneamente premuto il tasto del telescopico che si è ri esteso.

Mi trovo quindi a scendere con dei freni sconosciuti che attaccano lunghi, e con la sella completamente alzata in una discesa estremamente ripida.

Nonostante questo, non ho mai percepito la sensazione di capottamento imminente. Ottima sensazione di stabilità e sicurezza!

 

Sensazioni

La ransom risulta molto maneggevole ed estremamente reattiva nei cambi di direzione, visto che con un solo click la si può rendere più pedalabile o pronta per la guerra in discesa.

Nonostante le ruote da 29 che pestano qualsiasi ostacolo senza scomporsi, risulta molto maneggevole e giocosa. Al contempo, stranamente è anche estremamente stabile sul veloce.  Riesce quindi and integrare prestazioni che di solito vanno in direzioni diametralmente opposte.

Cambio e rapporti

Il cambio monocorona con una rapportatura che spazia dai 10 ai 50 denti abbinata con una corona da 32, riesce a coprire tutte le esigenze, dalla salita alla discesa, risultando comodo durante i continui cambi di dislivello.

Sono ancora curioso di provarla in discesa quindi ci lanciamo con piacere in un’altra salita.

In fase di discesa scassata non si scompone anche durante i passaggi più tecnici e difficili. Resta stabile e attraversa con estrema semplicità. Anche la genius da 140 non scherza.

In salita risulta insolitamente pedalabile, decido quindi di tentare il sorpasso di un e-bike.. Era spenta!

 

Purtroppo il divertimento non può durare per sempre, è arrivata l’ora di riconsegnare la bici.

Provo spudoratamente a farmene regalare una. Purtroppo le Ransom in omaggio erano gia finite..

 

Considerazioni Finali

Beh che dire di questa mountain bike, nonostante fosse il primo utilizzo ho subito avuto un feeling familiare, escludendo i freni e la posizione del comando del reggisella. E’ un’ottima scalatrice grazie al Traction Control, in discesa risulta molto agile e giocosa, scavalca qualsiasi ostacolo senza scomporsi. Stabile sul veloce.  Me la comprerei sicuramente, se solo costasse un po’ di meno.. Come difetto sottolineo appunto il prezzo, visto che il primo gradino della gamma, per componentistica si allontana molto dal top di gamma.

E’ stato un piacere.

Grazie per aver guardato questo video, se vi è piaciuto lasciate un like e un commento, fatemi sapere se la avete provata.  Iscrivetevi al canale ed ativate le notifiche per stare aggiornati sui prossimi video.

 

Grazie e alla prossima! Ciaooo!

 

Clicca Qui Per altri tutorials o recensioni

 

 

Sardabike MTB is Powered Byresolvbike lavaggio mtbbestforcycling.commtb hopper